About

REDAGNO

Cielo caldo del sud e aria fresca di montagna. Inastonato nelle più alte sfere del comune di Aldino, Redagno è un piccolo villaggio alpino nel sud dell’Alto Adige. Con i suoi 1.500 metri d’altezza è l’insediamento più alto dell’altopiano del Monte Regolo e un vero rifugio di pace e solitudine, per chiunque  non chieda di meglio che estraniarsi, perdersi e rifugiarsi tra le sfumature verdi e azzurre della natura. Risalendo dalla vallata d’Oltradige lungo le curve della strada ombreggiata, il paesaggio si svela: dolcemente montuoso, vestito di prati soleggiati e pascoli tranquilli, boschi radi di larici, abeti rossi e pini cembri.

La vista quassù è aperta e nulla ostacola lo sguardo verso le guglie lontane, l’azzurro del cielo e i colori intensi del panorama montano. E una volta arrivati in cima, è facile capire perché Redagno sia stata una popolare località di villeggiatura estiva fin dal XIX secolo. Come allora, anche alla berghoferin accogliamo i nostri ospiti in questo paradiso calmo, isolato e silenzioso. Per la gioia degli escursionisti che partendo da qui possono esplorare le cime del Corno Bianco e del Corno Nero, la gola del Bletterbach (patrimonio mondiale dell’UNESCO) e il parco naturale Trudner. Ma anche di tutti i villeggianti più indolenti e riflessivi, che cercano semplicemente il loro angolo appartato di ozio e delizia.

Il verde e i colori della natura,
proprio lì, a portata di mano.

Storie di cose e cose piene di storia.
Tutto in un unica casa.

Anche il più piccolo oggetto,
un grande oggetto del cuore.

LA CULTURA DEL VIVERE,
IL VIVERE DI CULTURA

La nostra casa è plasmata dalle persone che la attraversano e dalle storie che lasciano dietro di sé.
L’essenza della berghofein sta tutta dentro un semplice pensiero: adoriamo questo ritirato angolo di villeggiatura alpina e amiamo condividerlo con i nostri ospiti. La berghoferin è prima di tutto un progetto d’amore e il frutto di una profonda convinzione. Non vogliamo offrire tutto il possibile ma solo il meglio che possiamo. Non quel che si trova ovunque, ma quel che esiste solo qui. 

Non esperienze scontate, ma solo quel che conta davvero. La millenaria natura e il senso dell’ospitalità contemporanea, le belle storie e le buone cose, i rituali rurali e lo spirito cosmopolita, la cultura come modo di essere e la curiosità come guida. E soprattutto, l’incontro, il dialogo, lo scambio di idee e visioni, tra chi viene, chi va e chi resta. Questa è per noi la berghoferin: un spazio vivo, sotto il cielo dell’Alto Adige, riempito di bellezza e creatività, di silenzio e quiete, di noi e di voi.

Una casa, cento loghi

Qualche tempo fa, abbiamo chiesto ad amici, ospiti e partner di fissare su carta il nome della berghoferin, ciascuno con la propria calligrafia e la propria idea della nostra casa. Il risultato sono cento versioni diverse del nostro logo, cento sfumature – tra curve e linee tipografiche molto personali – della nostra identità, che si fonde così con le diverse identità delle persone che amano questo luogo di natura, ritiro, cultura e bellezza, tanto quanto lo amiamo noi.